Mangiare bene l’abbacchio al forno o le costolette d’abbacchio

E’ arrivata l’ora di fare un po’ di chiarezza. In troppi ristoranti vediamo in menu la dicitura abbacchio al forno o costolette d’abbacchio e poi quando il cliente ordina arriva qualcosa di molto diverso, anzi radicalmente diverso.
 
Quanti Romani sanno ancora che vuol dire abbacchio?

Bene ve lo spieghiamo noi: per abbacchio si intende l’agnellino da latte fino circa i sei mesi di età, cioè un animale che è stato ancora nutrito esclusivamente con latte materno e non ha ancora cominciato lo svezzamento mangiando erba. Questo vuol dire che la carne viene ancora classificata come carne bianca al pari di pollo tacchino etc ed è riconoscibilissima per profumo aroma consistenza colore anche dopo la cottura rispetto alla carne di un agnello maturo che mangiando erba ha carni rosse. Attenzione! quindi quando ordinate costolette d’abbacchio e vi arrivano delle costolette belle grandi e scure e voi tutti contenti vi preparate a divorarle: state pagando un prodotto di minor costo e qualità come se fosse invece ben’altro.
 
I veri abbacchi infatti a causa della resa minore poiché l’animale è ovviamente molto più piccolo di uno svezzato e cresciuto, costano molto di più. Tutte le costolette che mangiate al bocconcino vengono dalla Macelleria Feroci al Pantheon e sono più che garantite.

Controlla le ricette sul nostro menù completo tradizionale…


Scritto da | · · · · · · · | Cucina Romana | Commenti disabilitati